Come utilizzare il laboratorio

  1. Accendere e spegnere una macchina
  2. Codice di accesso DMF
  3. Codice di accesso SITE
  4. Regolamento del laboratorio [documento da inserire]
  5. FAQ

Vai alla Home page del laboratorio


Accendere e spegnere una macchina

All'atto dell'accensione di una macchina del laboratorio compare una videata con l'elenco delle scelte possibili (GRUB boot).

È necessario selezionare con le frecce l'ambiente di lavoro desiderato e premere INVIO. Ciascuna scelta provocherà il caricamento del sistema operativo prescelto da una diversa partizione del disco. Si tratta dunque di ambienti del tutto indipendenti tra di loro, controllati da sistemi operativi diversi (Windows98/XP o Linux) e applicativi diversi. La descrizione dei tre ambienti principali si trova nella prossima sezione.

Lo spegnimento della macchina è in linea di principio diverso a seconda dell'ambiente in cui ci si trova. La ben nota sequenza <CTRL><ALT><CANC> può comunque essere utilizzata in tutti gli ambienti se ci si trova in difficoltà. Non è invece mai il caso di spegnere a mano il computer con il pulsante di accensione o togliendo l'alimentazione, infatti facendo così c'è il rischio di danneggiamento di documenti (files) contenuti sul disco rigido.

Per rispetto nei confronti degli altri utilizzatori è buona norma spegnere il computer alla fine del proprio lavoro, salvo diversa indicazione da parte del responsabile del laboratorio.


Codice di accesso DMF

Il codice di accesso "DMF" (Dipartimento di Matematica e Fisica) viene gestito dalla Facoltà di Scienze ed è primariamente rivolto agli studenti della facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali della Cattolica. Ogni corso che preveda l'utilizzo del laboratorio disporrà di un codice di accesso condiviso dal docente e dagli studenti. In aggiunta, ogni studente iscritto ad un corso di Laurea della Facoltà di Scienze ha diritto a richiedere un codice di accesso personale. Un codice di accesso personale (come è evidente) deve essere tenuto rigorosamente riservato e la password deve essere conosciuta dal solo interessato. Ogni danno ai sistemi causato dall'uso inappropriato di un codice di accesso è unicamente responsabilità del possessore del codice. A fronte di una maggiore responsabilità nel suo uso, il codice personale dà però diritto ad un maggior numero di servizi, tra cui:
  1. Possibilità di accedere alla propria area dati anche da casa (via internet) usando il protocollo "ssh" (ad esempio con Putty dai sistemi Windows), e possibilità di effettuare file transfer.
  2. Possibilità di pubblicare un proprio sito web in internet, che sarà visibile con l'URL:
    http://www.bplab.bs.unicatt.it/~utente/
  3. Possesso di una propria casella di posta elettronica, associata all'indirizzo:
    utente@bplab.bs.unicatt.it
  4. Accesso alla propria casella di posta elettronica da casa con il protocollo "POP3" o "IMAP".

Codice di accesso SITE

L'ambiente SITE del Laboratorio del Buon Pastore non richiede account. Invece, per quanto riguarda i computer nella saletta più piccola, il codice di accesso va richiesto agli uffici della sede di Via Trieste.

Frequently Asked Questions

Q: Non riesco a collegarmi da casa su bpserv2 con telnet o ssh.
Probabilmente si sta cercando di autenticarsi usando un codice assegnato ad un corso. A tali codici di accesso (come anche a tutti i codici di accesso non personali) non è permesso l'accesso diretto su "bpserv2".
Q: Non riesco a collegarmi da casa con telnet usando il mio codice personale.
Per motivi di sicurezza il servizio telnet è stato disattivato da "bpserv2". In alternativa è possibile utilizzare "ssh" che utilizza una tecnica crittografica per la comunicazione. Se non si dispone del programma ssh (o Putty per Windows) si puo' utilizzare un qualunque browser con il supporto Java (ad esempio Firefox, Mozilla o Internet Explorer) ed utilizzare il programma java accessibile da http://www.bplab.bs.unicatt.it/mindterm/mindterm.html
Q: La mia password funziona in ambiente linux ma non in ambiente windmf. Cosa posso fare?
Probabilmente la password di windmf si è disallineata. Per risolvere il problema, connettersi tramite ssh al server bpserv2 ed eseguire il comando attivazionewinxp.




A cura di Maurizio Paolini e Alessandro Musesti - Ottobre 2005